Zucchine con fiore, sane e gustose portano il sole a tavola

In Friuli-Venezia Giulia la società agricola ortofrutticola Medea coltiva gli ortaggi di stagione valorizzando le produzioni tipiche della regione. Ce ne parla il titolare Mauro Bernecich 

Friuli Venezia Giulia

Le zucchine con il fiore, ricche di vitamine e sali minerali, piacciono alla vista e al palato, seguendo il detto che anche l’occhio vuole la sua parte. Basta guardarle: verdi e arancioni sono splendide semplicemente così, a decorazione della tavola, ma soprattutto sono gustose e salutari grazie alle loro proprietà organolettiche. Le zucchine in fiore sono tra i prodotti di punta della società agricola Ortofrutticola Medea, condotta con entusiasmo e passione da Mauro Bernecich e dalla sua famiglia a Medea, paesino sulla strada fra Gorizia e Palmanova.

“L’Ortofrutticola Medea, società agricola, è specializzata nella produzione dei prodotti ortofrutticoli sia in serra che in pieno campo e conta su una superficie di 25 ettari in un unico blocco situato ai piedi del Colle di Medea – ci racconta Mauro – La terra si presenta di un colore rosso intenso ricco di sassi, e di conseguenza ricco di macro e micro elementi. Anche alla luce di questo si usano solamente concimi organici di origine animale stallatico bio, per garantire le qualità organolettiche che desideriamo dare a tutti i nostri clienti”. Dal campo al banco a metro zero, dicono alla Medea, per sottolineare il carattere locale e di promozione del territorio che appartiene a tutti i loro prodotti, come lo zucchino con il fiore, gustoso, croccante ed estremamente delicato. Contengono acqua, vitamine e sali minerali fra cui magnesio, calcio e potassio, e dunque benefici per il nostro organismo. Queste proprietà contribuiscono a proteggere e salvaguardare il sistema immunitario. Inoltre, dulcis in fundo, si prestano a numerosi usi in cucina.

Ma per averli così fragranti e genuini, alla Medea l’impegno è assoluto e costante.

“L’azienda è in continua espansione e sviluppo per stare al passo con il mondo agricolo, che deve garantire l'approvvigionamento e la qualità a tutti i cittadini del nostro meraviglioso paese – spiega Mauro – La nostra produzione è basata sul criterio della stagionalità, e con gli investimenti sulle strutture fatte negli anni riusciamo a garantire una produzione continua e costante. Tutte le nostre colture sono costantemente monitorate dal nostro personale sempre attento alle problematiche che possono insorgere sulle produzioni, per agire tempestivamente ed evitare il danneggiamento della produzione stessa”.

La produzione di Medea si divide nel seguente modo: un ettaro di oliveto che viene trasformato in olio extravergine spremuto a freddo; 4 ettari di frutteto (pesco, ciliegio, albicocco, susino, melo, pero, cako, giuggiole, melograno, fichi e noci); 3,5 ettari di vigneto; 0,8 ettari di uva da tavola; 6,2 ettari di seminativo biologico. Il resto è concentrato sulla produzione di ortaggi che variano in base alla stagione. “Produciamo tutti gli ortaggi, ma quelli in maggior quantità sono proprio lo zucchino fiore, fiori di zucchino, radicchio del poc, spinaci, zucca violina, pomodori, cetrioli, melanzane, meloni, angurie ecc. – sottolinea Bernecich – Da diversi anni siamo impegnati nella ricerca delle varietà antiche di frutta e frutta tropicale. Eccone alcune: pitaya, kiwano e frutto della passione”.

Mauro Bernecich aderisce con Ortofrutticola Medea a “Io sono FVG”, un progetto di valorizzazione delle produzioni della regione Friuli Venezia-Giulia, un marchio collettivo regionale che vuole rappresentare la comunità e i suoi valori. Un modo per sostenere le aziende agricole che si impegnano a mantenere una filiera locale, come appunto la Medea, che ha mostrato di corrispondere ai requisiti di sviluppo sostenibile del territorio e tracciabilità, garantendo la completa trasparenza della filiera produttiva e la provenienza delle materie prime. Grazie a questi requisiti, Regione Friuli-Venezia Giulia e Agrifood FVG hanno assegnato il bollino blu a Ortofrutticola Medea.

 

 



Stampa in PDF