Caroselli e Barattieri, i dolci cetrioli della Puglia

Questi dolci e gustosi rappresentanti della biodiversità regionale sono pronti per conquistare le tavole di ogni latitudine 

Puglia

Dolci, croccanti e gustosi, i Caroselli o Barattieri della Puglia sono pronti per conquistare le tavole di ogni latitudine. Queste due specialità dal cuore carnoso e il sapore delicato possono acquistare diversi appellativi a seconda della zona di produzione e della varietà che rappresentano, ma il loro nome scientifico è Cucumis Melo e appartengono entrambi alla famiglia delle cucurbitacee. Caroselli e Barattieri sono infatti piccoli tesori di biodiversità di questa regione, e sanno unire insieme le caratteristiche del cetriolo e del melone da cui derivano. Sono coltivati in molteplici varietà nei territori pugliesi, in particolare nelle provincie di Bari, Brindisi e Lecce, dove sfoggiano forme e colorazioni differenti a seconda dei casi. 

L’anima biodiversa dei caroselli pugliesi

I cetrioli Caroselli e Barattieri condividono la tipica polpa verde chiaro, più dura di quella del classico cetriolo, ma croccante e piacevolissima al palato. In più, queste due specialità si caratterizzano per una maggior dolcezza che varia a seconda del grado di maturazione. Lo stesso vale per la consistenza della polpa che, con il passare del tempo, tende a farsi più spugnosa. Il celebre sapore dolce di Caroselli e Barattieri si deve alla cucurbitacina, sostanza che accomuna queste specialità ai cetrioli, rendendoli anche più digeribili. Caroselli e Barattieri contengono inoltre pochissime calorie e sono i candidati ideali per un fresco spuntino rigenerante durante l’estate visto il buon contenuto di sali minerali tra cui il potassio.

Come spiegato sul sito BiodiverSO Puglia: le varietà di cetrioli Caroselli e Barattieri sono numerose, circa un centinaio, e non completamente censite, anche perché ciascun produttore ha cercato di selezionare il “carosello perfetto”, in più le denominazioni sono molto diversificate e non sempre univoche. Sui banchi dell’ortofrutta si possono dunque trovare Caroselli e Barattieri di forme e aspetto differenti. La buccia, che spazia dal verde chiaro al verde scuro, talvolta è striata di bianco e ricoperta con peluria più o meno accentuata. In particolare, la forma dei Barattieri è di norma sferica, leggermente affusolata e sono glabri, mentre i Caroselli sono più allungati e senza peluria.

Dieta per l’estate a base di Caroselli pugliesi

Per il loro sapore delicato e la consistenza croccante, i cetrioli Caroselli e Barattieri sono ottimi da gustare appena colti, conditi semplicemente con olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale, oppure si fanno apprezzare come ingrediente di insalate miste. Il gusto fresco li rende perfetti in un antipasto, ma anche come sostituti della frutta o come spuntino fuoripasto. Caroselli e Barattieri si possono utilizzare con grande successo in tutte le ricette che prevedono il cetriolo, compresa la celebre salsa Tzatziki della cucina greca. Se invece si vuole restare tra i sapori della Puglia, allora ci si può cimentare nella Cialda del barese, un’insalata estiva di patate lesse pomodori, cipolla rossa di Acquaviva e cetrioli Caroselli e Barattieri.

La cipolla più dolce si coltiva ad Acquaviva



Stampa in PDF