Plumcake al latticello

Un dolce semplice da realizzare, a base di buttermilk fatto in casa. A cura della blogger Barbara Lechiancole di “Cucina di Barbara"

Dalla blogger di “Cucina di Barbara”

Il plumcake è delizioso e si conserva morbido sotto una campana di vetro anche per 4 giorni. Ma cosa ha di speciale questo dolce da colazione, tanto amato da grandi e piccini? Contiene il latticello.

Il latticello o buttermilk è un ingrediente molto usato in America e nel Regno Unito, in ricette dolci (torte, pancake, biscotti) e in zuppe, ma anche per marinare le carni. In questi paesi lo si trova al banco frigo accanto alla panna ed agli yogurt, ma purtroppo qui in Italia non è un ingrediente che si trova con molta facilità.

In pratica il latticello è un sottoprodotto della panna che si forma durante la creazione del burro, quando fuoriesce il siero di scarto che diventa latticello in seguito alla fermentazione dei batteri. Io ve la descrivo in maniera spiccia, ma in realtà si tratta di una procedura molto lunga.

Però la maggior parte del latticello che si trova ora in commercio non è prodotto secondo il procedimento di cui sopra, quello per estrazione dal burro, ma aggiungendo direttamente batteri al latte per accelerare il processo, attraverso la fermentazione del lattosio.

Il prodotto che si ottiene ha quel gusto leggermente pungente, che conferisce ai piatti una nota vagamente acidula, caratteristica che aiuta la lievitazione prima di tutto, ma in modo particolare serve a conferire all' impasto una consistenza più soffice. E come dicevo prima, questo è infatti uno dei motivi per il quale gli americani lo usano per marinare le carni, rendendole dunque più morbide.

Inoltre il latticello è povero di calorie (solo 25 per dl) e ricco di fosforo, potassio, calcio e magnesio ed è un prodotto utilissimo per ripristinare la flora batterica.

Ci sono alcuni procedimenti che ci permettono di produrre "una sorta" di latticello direttamente a casa nostra. Scrivo "una sorta", perché anche se è ormai uso comune definire come "latticello" prodotti derivanti da procedimenti diversi e semplificati, io credo che il latticello originale sia solamente quello derivato dal siero del burro, come infatti recita la denominazione inglese "buttermilk", latte di burro; ma ognuno ha la sua opinione in proposito… e che io ovviamente rispetto. 

Tra i metodi per autoprodurre in casa il latticello ce ne sono molti, io ve ne riporto solo alcuni, per questo dolce ho scelto il primo.

Fare il latticello in casa

Metodo 1: con yogurt, latte e limone
Servono 125g di latte, 125 g di yogurt e 1 cucchiaino di succo di limone. Mescolare bene e lasciare fermentare a temperatura ambiente per 15 minuti, dopo di ciò mescolare ancora e utilizzare per la ricetta.

Metodo 2: con latte e limone
Servono 125g di latte e 1 cucchiaio di succo di limone. Mescolare bene e lasciare fermentare a temperatura ambiente per 15 minuti, mescolare ancora e utilizzare per la ricetta.

Panna
Montare della panna fresca fino a farla impazzire (ovvero quando si separa dal burro). Il liquido giallastro che si ottiene è latticello già pronto all'uso: basta filtrarlo con delle garze. 

RICETTA PLUMCAKE AL LATTICELLO

Ingredienti

  • - 250 g farina 00
  • - 180 g zucchero di canna
  • - 3 uova a temperatura ambiente
  • - 80 di olio di semi
  • - scorza grattugiata di un limone non trattato
  • - 125 g di latticello
  • - 8 g di lievito (1\2 bustina di lievito per dolci)
  • - 1 pizzico di sale

 

Procedimento
In una terrina sbattere con un frullatore le uova con lo zucchero, fino a che non saranno chiare e spumose. Unire a filo l’olio continuando a miscelare.

In un'altra ciotola, unire tutti gli ingredienti secchi: farina, lievito e sale, setacciare per 2 volte.

Con l’aiuto di una spatola, incorporare in 3 riprese, alternando prima una parte di farina, poi una parte di latticello. Procedere così fino ad esaurimento degli ingredienti. 

Imburrare uno stampo da plumcake (da 27cm x 10cm) e versare il composto. Infornare per 30 minuti a 180°C. Fare raffreddare su una gratella e tagliare con un coltello da pane.

Cucina di BarbaraBarbara Lechiancole è l’autrice del blog “Cucina di Barbara”. Ama il cioccolato fondente, il caffè nero bollente, viaggiare senza meta (meglio se in paesi lontani), vedere vecchi film, ascoltare tanta musica, essere mamma e moglie.

 



Stampa in PDF