Troppo alcol? Ecco cosa mangiare dopo aver bevuto troppo

Mal di testa, nausea e vertigini si combattono naturalmente con alcuni alimenti che riequilibrano l’organismo: la parola degli esperti

Educazione alimentare

La tavola è un momento conviviale, e molto spesso, tra una chiacchiera e l’altra, capita di esagerare con gli alcolici e di ritrovarsi con mal di testa, nausea e vertigini. Insomma il piacere lascia il posto a sintomi assai sgradevoli, ma per fortuna ci sono alimenti che possono darci una mano a sconfiggere il malessere. Il consumo eccessivo di alcol, infatti, sovraccarica il fegato che fatica ad eliminare le tossine, lo zucchero nel sangue scende e il corpo si disidrata lasciando spazio a un indebolimento generale.

La prima regola da ricordare è che dopo aver alzato il gomito è necessario bere acqua per reidratare il corpo; dopo di che, diversi alimenti posso esserci di aiuto per combattere i sintomi più sgradevoli. Ecco cosa mangiare dopo aver bevuto troppo.

Il fruttosio, lo zucchero semplice contenuto nella frutta, aiuta l’organismo a metabolizzare l’alcol. Insomma il consiglio “mangia una mela che ti passa” non è certo sbagliato. Dopo gli eccessi, digiunare è sbagliato, al contrario è bene mangiare qualcosa e soprattutto frutta. Quale scegliere? Abbiamo detto una mela, ma va altrettanto bene una banana. La disidratazione comporta una carenza di potassio. Per questa ragione mangiare una banana, ricca di potassio, renderà più rapido il recupero di energie, limitando anche le fastidiose vertigini.

Ottima scelta è anche l’avocado che, oltre ad aiutare muscoli e cuore, permette di fare un pieno di fibre, vitamina B6, caroteni e grassi buoni. Per fronteggiare subito l’eccesso di alcol una tisana a base di zenzero e limone è perfetta, se poi aggiungiamo un po’ di miele il risultato migliora. Lo zenzero, infatti, combatte il senso di nausea. Basta fare bollire per una decina di minuti un po’ d’acqua con 10 fettine di radice fresca e il gioco è fatto. Dopo aver filtrato la tisana, si possono aggiungere limone e miele. Se non si ha a disposizione il prezioso zenzero, basta semplicemente aggiungere all’acqua limone e miele per reintegrare liquidi, zuccheri e sostanze nutritive perse a causa di qualche bicchierino di troppo. Anche il miele, infatti, contiene fruttosio che aiuta a bilanciare il livello di zucchero nel sangue riducendo il mal di testa.

Di cosa mangiare dopo aver bevuto troppo si è occupata anche la dietista americana Jacqueline Aizen. Sul sito Thrillist.com, l’esperta suggerisce anche mezza tazza di albicocche secche, perfette per il loro alto contenuto di potassio. Ma tra gli alimenti consigliati ci sono anche diversi ortaggi. I broccoli, ricchi di acido folico, aiutano a vincere la fatica e lo stato catatonico del mattino dopo. Le patate dolci, oltre a ristabilire l’equilibrio glicemico, forniscono anche fibra alimentare, potassio, betacarotene e vitamine del gruppo B. L’ossido di azoto contenuto nelle barbabietole aumenta il flusso sanguigno e la capacità di ossigenazione e aiuta a mantenere la pressione arteriosa ai giusti livelli. Dopo aver bevuto alcol un bel centrifugato di sedano, con i suoi effetti depurativi, può alleviare gli effetti della sbornia.

E poi? Non è finita qui. Basta un uovo per coprire il 33% del fabbisogno giornaliero di vitamina B12, quindi anche un uovo dà il suo contributo a ritrovare il benessere dopo aver bevuto troppo. Per fronteggiare la perdita di vitamina B e recuperare naturalmente i postumi dell'alcol va benissimo anche il salmone, ricco di acidi grassi Omega 3 e Omega 6, oltre ad essere un’eccellente fonte proteica di aminoacidi essenziali e vitamina B12.

Un’ultima considerazione, semplice ma necessaria: per evitare gli effetti collaterali conseguenti all’eccesso di alcool, il nostro invito è di optare… per un consumo moderato!



Stampa in PDF