Museo della Lana di Scanno (Aquila)

Il museo è una raccolta didattica della cultura materiale di Scanno e degli altri centri della Valle del Sagittario.
Museo della civiltà contadina
[la visita] 

Il museo, fondato nel 1993, venne situato in un edificio inizialmente destinato a mattatoio. Venne edificato con le pietre di un'antica porta della città che si immetteva sulla via che portava a Roma. Lo spazio espositivo venne dedicato alla lana perché Scanno è stato uno dei centri di raccolta e di allevamento delle pecore più importanti nell'Ottocento. Il museo è organizzato come una raccolta didattica della cultura materiale, quasi come banca dati dell'identità di Scanno e degli altri centri della Valle del Sagittario.
 
[in mostra]
 
Nell'unica sala espositiva sono messi in mostra gli utensili che ripercorrono la vita dei pastori, la preparazione dei formaggi, la tessitura e la tintura della lana. Tra gli oggetti esposti è possibile trovare: un letto fatto con foglie secche di granoturco e alcuni paioli che servivano per fare le forme di formaggio. Il museo è ad articolazione mobile: prevede una rotazione annuale di allestimenti che ricostruiscono i diversi momenti del processo di trasformazione della pastorizia e i diversi aspetti delle identità dei gruppi che hanno abitato la valle del Sagittario: ne ripetono la logica, ne sceneggiano le trasformazioni delle mentalità, del costume, delle lavorazioni, del commercio.?

[info]
www.scanno.org


Stampa in PDF