In cucina con l’autrice di... “Cucina riciclona”

Intervista alla foodblogger Claudia Ciabattini, che in cucina non butta via niente… Ecco i suoi consigli per ridurre e sfruttare al meglio gli avanzi

Foodblogger

Regola prima: mai buttare via gli scarti di frutta e verdura e quello che avanza a tavola. Claudia Ciabattini, un diploma come cantante lirica e una vivace vena creativa, le pensa davvero tutte per reinventare un piatto con ciò che avanza in cucina. Da quando è mamma, e ha poco tempo per fare la spesa, ha imparato che tutte quelle cose che normalmente consideriamo spazzatura sono riutilizzabili in modo alternativo. Riutilizzo e creatività si sposano bene, così Claudia, un vulcano di idee, ha pensato bene di creare il blog “Cucina riciclona” e di mettere tutti in riga: “Altolà, quello proprio non si butta!”.

Cantante lirica di formazione e cuoca riciclona per passione. Le tue sessioni ai fornelli sono molto musicali? ;)
La mia vita è sempre stata scandita dalla musica, in realtà quando cucino difficilmente ho un sottofondo musicale perché altrimenti mi distraggo!

Ci spieghi perché hai pensato di dedicarti al riciclo in cucina e di creare un blog?
Il blog nasce quasi per caso. Avevo voglia di sperimentare mondi creativi diversi e di unire in qualche modo la mia passione per la scrittura e la cucina: le mie ricette nascono sempre da una storia che di solito indaga, in chiave ironica ma amorevole, il mondo femminile in tutte le sue sfumature.

Qual è stato il tuo primo esperimento di cucina riciclona?
I primi esperimenti sono nati per cercare di non buttare via i cibi che avevo cucinato e che erano avanzati nel frigo, tipo una zuppa fatta con il miglio già cotto dal giorno prima. Il miglio può essere sostituito da quinoa, farro, amaranto... (Leggi qui).

Ok, perfetto riciclare tutto ciò che avanza, ma ci saranno anche ingredienti indispensabili che non possono proprio mancare in dispensa... Quali sono?
Gli ingredienti da avere sempre nella dispensa sono le spezie, i legumi, la frutta secca, i semi oleosi e naturalmente aglio, cipolla ed erbe aromatiche da far crescere anche in vaso.

Quando si fa spesa ci sono prodotti da preferire rispetto ad altri che permettono un migliore riciclo?
Il miglior modo di fare la spesa è di farlo consapevolmente: prodotti di stagione, del territorio e freschissimi ci permetteranno di cucinare in modo sano, gustoso e semplice. E un piatto di recupero parte sempre da ingredienti genuini e cucinati con semplicità.

Quali sono le regole per scegliere frutta e verdura?
La frutta e la verdura che scegliamo devono necessariamente seguire le stagioni. Sono più buone, costano meno e fanno bene anche all'ambiente. 

Pan grattato a parte, qual è l’avanzo più “trasversale” utilizzabile in cucina?
Il riso si presta a qualunque tipo di riciclo, dolce e salato. Mi vengono in mente le frittelle, le torte salate, le arancine...

Tieni anche corsi di cucina riciclona. C’è una regola d’oro per imparare a riciclare, ma soprattutto riciclare bene?
La regola d'oro del riciclo è che, per quanto riguarda la frutta e la verdura, non si butta via nulla! Bucce, gambi, parti esterne degli ortaggi, foglie: se i prodotti sono di prima qualità e biologici si possono utilizzare per tante ricette! 

Guarda in frigo e prepara la cena con noi, che cosa si mangia stasera (antipasto e dolce compreso)? Noi prendiamo appunti...
Il mio è un blog di cucina naturale, solo ingredienti freschi e a basso impatto ambientale. Niente carne e prodotti di origine animale. Oggi si cucina:

Hummus di legumi
Basta frullare i legumi già cotti che avete in casa (ceci, fagioli, lenticchie...) con tre cucchiai di sesamo tostato, l'olio evo e il limone. Dose per circa 400 gr di legumi.

Zuppetta Croccante
Facilissima da fare e dal risultato sorprendente. Bastano pochi ingredienti e va bene qualunque verdura fresca abbiate in frigo. 

Burger di gambi di carciofo e foglie di finocchio
Il riciclo per eccellenza! Se volete potete accompagnarla con un'ottima maionese vegetale.

Banana Bread
Un dolce perfetto per utilizzare le banane troppo mature.



Stampa in PDF