Miele: elisir di salute e ingrediente perfetto per ricette dolci e salate

In cucina questo dolcissimo dono dell’alveare sa valorizzare anche le preparazioni salate con un tocco inaspettato 

Un dolce elisir

Il miele è un dolce ingrediente capace di stupire in cucina. Questo dono dell’alveare è infatti perfetto per ricette golose, ma anche per valorizzare preparazioni salate con un tocco inaspettato. Il sapore e il profumo del miele variano in base al periodo dell’anno e alla fioritura con cui è realizzato, ma una cosa è certa: sarebbe un peccato confinarlo al regno dei dolci o delle tisane. E non è tutto, perché il miele non solo è apprezzabile in cucina per le sue qualità organolettiche, ma anche per le tante virtù benefiche che lo rendono un alimento nutriente e facilmente digeribile.

Che differenza c’è... tra miele e miele di melata

Conosciuto già da tempi antichissimi, il miele è da sempre considerato un cibo prezioso. Questa sostanza zuccherina prodotto dalle api è infatti composta per oltre l’80 per cento da zuccheri, di cui la concentrazione più alta è rappresentata del fruttosio. Nel miele si trovano inoltre acqua, carboidrati, proteine e fibre, vitamine e sali minerali. Ha un apporto calorico di circa 300 kcal per 100 grammi. È un prodotto ideale per chi pratica sport e si può utilizzare come sostituto dello zucchero. Il miele ha inoltre proprietà benefiche che lo rendono ancora più prezioso. Per le sue virtù antinfiammatorie, emollienti e lenitive è un alleato perfetto della gola e delle vie respiratorie. Ha anche  proprietà antibatteriche e agisce come calmante in caso di nervosismo e insonnia da stress.

Sogni d’oro e di miele per combattere lo stress

Scegliere di portare il miele in cucina significa dunque strizzare un occhio al gusto, ma anche al benessere. A fare la differenza – in fatto di sapore, profumo e consistenza – è il tipo di fiore da cui è estratto il nettare. Così per accompagnare i formaggi stagionati è consigliabile, ad esempio, un miele di castagno, ottimo anche per glassare cipolline o altre verdure. Per preparare piatti dal sapore agrodolce è invece perfetto il miele di eucalipto, oppure di timo, che risulta ottimo anche nei condimenti per pastasciutte, come accade nei tagliolini al miele di timo e scampi. È un ingrediente ideale per preparare gustose salse e marinature destinate a piatti di pesce o carne (dalle coscette alle costolette). Il miele è inoltre ottimo per mantenere morbida la lonza di maiale da cuocere alla piastra o alla griglia. 

Quanto al regno dei dolci, il miele è perfetto per sostituire lo zucchero nella preparazione di una torta casereccia, di muffin a base di frutta e verdura (magari con carote e mele nell’impasto), oppure biscotti rustici. Il miele è un alleato perfetto per trasformare in dessert anche preparazioni a base di formaggio, oppure fantasiose “mattonelle” realizzate con polenta e frutta essiccata. Immancabile anche nei budini di cereali come miglio o avena. Per preparare ogni genere di dolci (secchi e al cucchiaio) o semifreddi è molto apprezzato il miele di tiglio, oppure quello di acacia o di arancio che - di norma -hanno una consistenza fluida e un sapore delicato. Lo stesso vale per addolcire caffè, bevande alla frutta, tè o tisane. Infine, per assaporare le virtù del miele in una bevanda dissetante, digestiva e benefica provatelo unito ad un infuso di zenzero tritato in acqua calda e succo di limone.



Stampa in PDF