Una mela friulana

Sane, rigorosamente controllate e amiche dell’ambiente. Le mele della Cooperativa Frutticoltori Friulani sono il frutto di una ricerca continua

Friuli Venezia Giulia

La sperimentazione nel campo dell’ortofrutta spesso riserva delle belle sorprese. Scoprire un territorio, riconoscerne la vocazione, avviare nuove colture: è quanto è avvenuto per i primi soci della Cooperativa Frutticoltori Friulani, produttori di mele arrivati in Friuli dall’Alto-Adige, decisi a mettere a frutto le proprie competenze coltivando mele friulane da commercializzare sui mercati italiani ed esteri. “In questi 35 anni ci siamo continuamente rinnovati e meccanizzati, mettendoci in grado di servire la grande distribuzione e le esigenze dei mercati esteri con tutte le certificazioni”, dichiara Guido Genetti, Direttore della cooperativa. La produzione oggi ammonta a 140.000 quintali all’anno, per il 50% destinati ai mercati esteri, soprattutto dell’Est Europa.

Con il marchio Friulfruct la cooperativa dei Magredi, zona a nord di Spilimbergo vocata alla melicoltura per le sue condizioni climatiche, da 14 anni fornisce a Coop mele controllate, sane e rispettose dell’ambiente. Merito della lotta integrata, di trattamenti a calendario con certificazione GlobalGAP, di rigidi protocolli sui prodotti e sui residui e di un sistema di rintracciabilità all’avanguardia. Tutto in un’ottica di qualità e di benessere.
 



Stampa in PDF