Pompelmo, un elisir di benessere dalle terre siciliane

Ricco di fibre, sali minerali e vitamine, questo frutto invernale si coltiva anche nel Belpaese, specialmente in Sicilia 

 

Sicilia

Il pompelmo è un frutto ricco di fibre, sali minerali e vitamine, un perfetto alleato per affrontare la stagione fredda. Questo agrume, che appartiene al genere Citrus (specie Paradisi), deriva da un antico ibrido tra l’albero del pomelo e dell’arancio Moro che ha trovato casa in Italia, oggi uno dei maggiori produttori europei. In particolare è in Sicilia – nella Piana di Catania e nella Conca d'Oro di Palermo – dove si concentrano le coltivazioni più significative di questo frutto dalle molte virtù. Il pompelmo offre infatti un ottimo apporto nutrizionale: poche calorie (circa 26 kcal per 100 grammi), molta acqua, vitamina C (40 mg per 100 grammi) e altri antiossidanti.

Delle diverse varietà di pompelmo, sono due quelle principalmente coltivate in Italia: il pompelmo giallo Mash seedless e il rosa Ruby Star. Quest’ultimo, dalla caratteristica polpa di colore rosa, rappresenta la varietà più presente sull’isola, matura da ottobre ad aprile e si distingue per la buccia sottile e il sapore dolce, amarognolo e aromatico. Il giallo Mash seedless, invece, è mediamente più grosso, con polpa giallo chiara e sapore gradevole e acidulo, con periodo di raccolta che si estende tra gennaio e marzo.

Le proprietà nutrizionali dei due tipi di pompelmo sono molto simili. Tuttavia, la varietà rosa rispetto a quella gialla, possiede una maggior concentrazione di pigmenti antiossidanti, in particolare è ricco il licopene, oggetto di numerosi studi per le sue proprietà antiossidanti e antitumorali e utili per tenere a bada i livelli di colesterolo. Per la sua ricchezza di fibre, vitamine e flavonoidi il pompelmo è un utile alleato del sistema immunitario, dell’apparato digestivo e cardiovascolare. Questo frutto contiene anche una buona dose di sali minerali, tra cui fosforo, calcio, potassio e magnesio. Per chi sta seguendo terapie farmacologiche è bene consultare il medico prima di inserire il pompelmo nella dieta, poiché alcuni flavonoidi contenuti in questo frutto possono inibire la metabolizzazione dei farmaci.

Capitone fritto, gel di pompelmo rosa, crema di bietole, lenticchia di Altamura Igp e primosale

In cucina il pompelmo trova spazio con naturalezza dall’antipasto al dessert, specie se si è amanti dei contrasti e dell’agrodolce. Spicchi di pompelmo rosa possono valorizzare creme o macedonie, oppure essere protagonisti di gelati e sorbetti, cocktail, centrifugati o aperitivi digestivi.

Il pompelmo sa farsi apprezzare anche in insalata, magari abbinato a sottili fette di finocchi e condito con olio extravergine di oliva e pepe nero. Ottimo anche accanto a un carpaccio di salmone o bresaola, oppure come condimento di filetti di vitello o maiale alla salsa di pompelmo, ma anche di sogliole o pesci dal sapore delicato da abbinare a un vino bianco fermo dai toni secchi e leggeri.

 



Stampa in PDF