Patate senza sprechi

Usare le bucce per produrre energia, riutilizzare l’acqua e il calore: ecco alcune idee verdi

Emilia-Romagna

L’industria delle patate surgelate deve affrontare il problema dello smaltimento dei numerosi scarti dovuti alla lavorazione del prodotto. Negli ultimi anni, Pizzoli ha sviluppato molte soluzioni per ridurre gli sprechi. “Investire concretamente nell’ambiente è utile alla società e anche all’azienda stessa, che in questo modo può risparmiare sui consumi”, ci spiega Sergio Barbieri, Direttore Acquisti della Pizzoli.

A partire dal 2011, quindi, l’azienda ha investito in impianti avanzati in grado di trasformare le bucce e gli altri scarti di lavorazione in bioenergia, garantendosi l’autoproduzione di un terzo del fabbisogno energetico della fabbrica. “E ha anche deciso di ridurre al minimo il trasporto su gomma degli scarti della lavorazione, di riutilizzare l’acqua (depurata) e l’energia termica”, ci racconta Barbieri.



Stampa in PDF