L'olio sempre più amato dagli stranieri

Frutto di una tradizione centenaria, i prodotti Pantaleo hanno conquistato i mercati esteri. In particolare il Giappone, dove l'azienda è leader di mercato

Puglia

Puglia, fine '800. L'agricoltura è l'economia principale della regione e da novembre a febbraio le sue regole e i suoi ritmi sono scanditi dalla campagna olearia. È in quegli anni che la famiglia Pantaleo, originaria di Fasano (BR), comincia a commercializzare olio d'oliva. Già nei primi anni del '900, il fondatore Antonio Pantaleo commercializzava olio di oliva oltre i confini italiani, e precisamente verso l’industrializzata Inghilterra (dove in realtà veniva usato come combustibile per illuminazione).

Poi, nella seconda metà del secolo, si verifica la svolta: non volendo vendere più soltanto olio sfuso, Donato Pantaleo, pronipote del fondatore e attuale amministratore unico dell'azienda, acquista una macchina per il confezionamento dell'olio. L'impianto produce appena 500 bottiglie all'ora, una quantità molto modesta rispetto alle cifre attuali, ma significativa per rendersi autonomi e uscire dall'ombra delle grandi famiglie di confezionatori d'olio. E così alla fine degli anni '80 Donato deciderà di non commercializzare più olio sfuso e di puntare esclusivamente sul prodotto imbottigliato.

Forte di una cultura dell'olio tramandatasi di padre in figlio per cinque generazioni, oggi Pantaleo confeziona e commercializza ogni anno 12 mila tonnellate di olio d'oliva nelle sue differenti qualità – olio extravergine, olio di oliva, olio di sansa di oliva. Il mercato di approvvigionamento principale dell’azienda è quello pugliese (nord barese), oltre a quello greco e spagnolo. I prodotti sono destinati al mercato nazionale ed estero: “Riforniamo principalmente i paesi extra UE”, spiega Nicola Pantaleo, responsabile acquisti, vendite ed export. “Con i nostri marchi siamo molto presenti in India, USA, Corea, Malesia e soprattutto Giappone”. Nel paese del Sol Levante, in India, Oman e Qatar, i prodotti dell'azienda detengono la leadership di mercato.



Stampa in PDF