Fiori di zucca, colore a tavola dalla primavera all’estate

Con il loro sapore delicato questi fiori stagionali sono un ottimo ingrediente per arricchire la tavola. Impanati e fritti, cotti in padella o uniti ai primi sono un’autentica passione per i gourmet 

Calabria

I fiori di zucca, da non confondere con i fiori di zucchina, sono belli da vedere e ottimi da gustare. Dal colore giallo-arancio, più piccoli e profumati e con petali meno appuntiti rispetto ai fiori di zucchina, i fiori di zucca si raccolgono dalla primavera fino all’estate. I fiori utilizzati in cucina sono quelli “maschili”, da cui non si svilupperà il frutto. Ma come distinguerli da quelli “femminili”? Il fiore femminile ha al suo interno un pistillo piccolo, di forma arrotondata. Appare attaccato al frutto, mentre il fiore maschile ha una forma più allungata e cresce su sottili peduncoli.

I fiori di zucca sono molto apprezzati per il loro sapore delicato e per il loro ampio utilizzo in cucina. Hanno poi ottime proprietà nutrizionali grazie alla presenza di vitamine come la A, quelle del gruppo B (B1, B2, B3, B9) e C. Non mancano neppure i sali minerali come ferro, calcio magnesio e potassio.

Per lo più composti d’acqua (90%) sono ipocalorici (circa 12 kcal per 100 grammi), ma ovviamente dipende da come vengono cucinati. Se si è attenti alla dieta è bene prediligere il consumo fresco, magari come ingredienti di una gustosa e colorata insalata.

La prima regola per consumarli è scegliere bene il prodotto da portare a tavola. I fiori di zucca, infatti, devono essere consumati freschi e una volta acquistati è meglio cucinarli il prima possibile perché sfioriscono rapidamente. Pulirli è semplice, ma è necessaria un po’ di attenzione perché sono estremamente delicati.

Per prepararli è necessario aprirli per eliminare lo stelo e il pistillo, che potrebbe far risultare amari i vostri piatti. Basta poi lavarli sotto un getto d’acqua non troppo potente. Dopo averli scossi per togliere l’acqua in eccesso e fatti asciugare su uno strofinaccio, possono diventare il prezioso ingrediente delle vostre ricette.

Fiori di zucca ripieni o in padella? Alcune idee per gustare questa specialità di stagione

Un grande classico è cucinarli con l’uovo. Ad esempio cucinando una profumata frittata o frittelle. Possono essere cotti in padella con le uova, basta un filo d’olio extravergine d’oliva, cipolla o scalogno tagliati sottili, basilico, uova fresche e un pizzico di sale. Dopo aver preparato un leggero soffritto, si uniscono i fiori e si lasciano soffriggere nella padella. Una volta appassiti si aggiungono le uova e il piatto, da servire con crostini di pane, è pronto.

Da non dimenticare i golosi fiori di zucca impanati e fritti, magari ripieni di mozzarella e acciughe o ricotta ed erba cipollina. E anche come ingrediente dei primi piatti i fiori di zucca non deludono. Sono infatti deliziosi lasciati appassire sulla pasta fatta saltare in padella condita con un filo d’olio extravergine d’oliva o come ingrediente di un ricco risotto. Sulla pizza bianca o su una focaccia sono una delicata raffinatezza che si sposa bene con alici o con una riduzione di aceto balsamico.

 



Stampa in PDF