Doc e sostenibilità: formula vincente per la Sicilia

Insieme a Laurent Bernard de la Gatinais visitiamo la tenuta Rapitalà, per scoprire le origini di una nuova Doc e l’agricoltura di precisione
Sicilia


La Sicilia, nel panorama vinicolo italiano, si distingue da sempre per l’estrema qualità dei prodotti, per gli elevati livelli di produzione e per la diffusa presenza di coltivazione biologiche. Ad Alcamo, nella tenuta Rapitalà, abbiamo incontrato Laurent Bernard de la Gatinais, presidente dell’azienda e tra i promotori della Doc “Sicilia”: un marchio che ha già certificato oltre 16 milioni di bottiglie nel suo primo anno di vita.

“Il Brand Sicilia doveva essere difeso e valorizzato e l’unico strumento legale era la creazione di un consorzio di tutela. Le produzioni della Doc Sicilia vengono certificate da un unico Istituto, L’IRVOS (Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia) che oggi dialoga con il Consorzio sia per l’IGT che per la Doc, garantendo un controllo più approfondito”, ci spiega Laurent.

La qualità dei vini siciliani è apprezzata a livello mondiale, ma nonostante questo ancora si fatica a trovare il giusto riconoscimento all’estero in termini di fatturato ed esportazioni. La strategia della tenuta Rapitalà è l’agricoltura “di precisione”: collocando uno stesso vitigno ad altitudini diverse tra i 300 e i 600 metri, in condizioni meteorologiche peculiari, si producono vini differenti da una stessa varietà.

“Abbiamo installato capannine metereologiche collegate con un software che ci fornisce le probabilità di sviluppo di malattie e insetti, monitorati in campo con trappole ai feromoni.” - ci spiega Ignazio Arena, agronomo della tenuta - “Grazie a fotografie satellitari viene visualizzato lo stato di vigoria delle piante e si interviene con irrigazione e concimi in modo oculato. Interveniamo solo dove e quando è necessario.”

Un lavoro di grande cura che è cominciato secoli fa: il nome “Rapitalà” significa proprio “fiume di Allah”, a ricordare l’antica vocazione agricola di questa terra.


Stampa in PDF