Aceto di mele, prezioso alleato in cucina

Delicato e versatile, questo prodotto della tradizione gastronomica italiana è utile per prendersi cura del benessere, anche della casa, nel rispetto dell’ambiente 

Emilia-Romagna
Buono per la cucina, ma anche per molte altre cose. L’aceto di mele biologico non è solo un condimento che appartiene alla tradizione italiana: a bene vedere, si può considerare un vero e proprio alleato naturale per prendersi cura della salute del corpo, e perché no? anche degli ambienti domestici e del benessere del pianeta. Lo sapevano bene in passato, quando l’aceto di mele era biologico per definizione e i rimedi naturali all’ordine del giorno. Anche oggi, tuttavia, si può prendere a prestito un poco di sapienza antica, resa ancora più interessante da ricerche e studi moderni, per rivolgersi a questo elisir di benessere senza limitarsi al solo uso in cucina. 
L’aceto di mele si ottiene dalla fermentazione alcolica e acetica degli zuccheri contenuti nel succo di mele mature. Ha un gusto più delicato del classico aceto di vino e, per questo, tra i fornelli si presta ad essere utilizzato in preparazioni che non devono risultare troppo pungenti come marinature, arrosti, macedonia di frutta e salse. Sempre restando in cucina, solo per citare alcuni tra gli utilizzi più tipici, si può scegliere di unirne un cucchiaino agli impasti per dolci per favorirne la lievitazione. E nel dopo-pasto? Ecco che qui si può contare su una delle ulteriori proprietà dell’aceto di mele: le virtù digestive e l’aumento del senso di sazietà (dovuto al rallentamento dello svuotamento gastrico) che, in certi casi, può essere d’aiuto a chi sta cercando di limitare le “abbuffate” e rimettersi in forma. 
Tra le virtù dell’aceto di mele biologico figura anche la capacità di agire da antimicrobico per contrastare batteri, funghi e parassiti. Non è un caso infatti se, fin da tempi datati, è stato utilizzato per conservare gli alimenti sotto vetro, o marinare carni e pesci.  L’aceto di mele può essere una buona scelta dunque per disinfettare prodotti vegetali prima del consumo, ma anche per il trattamento di afte e stomatiti della bocca utilizzandolo diluito come collutorio. In questo caso, però, è consigliabile non esagerare, per garantire il rispetto dello smalto dei denti, e chiedere un parere al medico. 
Anche la casa può godere dei benefici dell’aceto di mele biologico. In effetti, grazie alle sue proprietà antisettiche, rappresenta un prodotto ecologico ed efficace nel rimuovere sporco e incrostazioni, specialmente per quanto riguarda forno, fornelli, stoviglie e non solo. Nel caso di rubinetti in cui si è accumulato calcare, se è possibile, è bene lasciare la parte da pulire immersa nell’aceto almeno per una notte se si vogliono ottenere risultati ottimali. Gli amanti delle pulizie naturali in casa, potranno scegliere addirittura di sostituire l’ammorbidente per lavare i panni con una dose (circa mezzo bicchiere diluito magari in un poco di acqua) di aceto di mele da versare nel cassettino della lavatrice al posto dell’ammorbidente stesso. 


Stampa in PDF