IMPEGNO COOP

Olio di palma, sui prodotti Coop trasparenza dal 2005

La Direzione Qualità di Coop Italia lo ha spiegato in una lettera al sito Il Fatto Alimentare. Indicarne in etichetta la presenza sarà obbligatorio per tutti dal prossimo 13 dicembre

L’impiego di olio di palma finalmente indicato per legge in etichetta? Per i consumatori dei prodotti a marchio Coop non sarà una sorpresa. È dal 2005, infatti, che Coop racconta la composizione esatta dei grassi utilizzati nelle ricette, senza nascondersi dietro l’ambigua dicitura “grassi vegetali” e puntando in modo deciso sulla trasparenza. A spiegarlo è la Direzione Qualità di Coop Italia, in una lettera inviata al sito Il Fatto Alimentare in risposta a una petizione lanciata dalla stessa testata sulla piattaforma Change.org per chiedere uno “Stop all’invasione dell’olio di palma”.

Da diversi anni, Coop ha attivato precise politiche in tema di nutrizione, mirate anche a una classificazione delle sostanze grasse e ad azioni concrete di miglioramento. Questo impegno si è tradotto nel 2005 nell’eliminazione dei grassi idrogenati da tutti i prodotti a marchio e di quelli “tropicali” - oltre a quello di palma ci sono quelli di cocco e di palmisto - dalle linee di prodotto Vivi Verde, Crescendo e Club 4-10. Una sfida complessa, se si pensa che l’olio di palma è oggi difficilmente sostituibile da altri oli, soprattutto nei prodotti da forno, per le sue caratteristiche di plasticità e duttilità.

Se eliminare l’olio di palma non è una strada facilmente praticabile, è comunque possibile scegliere di utilizzare solo quello proveniente da coltivazioni gestite responsabilmente. Ed è proprio quello che Coop si è impegnata a fare già nel 2009, aderendo a una richiesta di moratoria lanciata di Greenpeace e chiedendo a tutti i fornitori di sospendere l’approvvigionamento di olio di palma proveniente dall’Indonesia. Non solo: è costante lo sforzo di Coop per sensibilizzare i consumatori sull’importanza di una dieta varia ed equilibrata, con un ridotto apporto di grassi saturi dei quali, appunto, è ricco l’olio di palma.