IMPEGNO COOP

Etichette parlanti: Coop precede la Comunità Europea

Da dicembre 2014 obbligatoria l’etichetta con indicazione sulle origini degli ingredienti.
 
Per aiutare i consumatori a scelte consapevoli, La Comunità Europea ha previsto un nuovo regolamento che prevede, tra le altre cose, l’indicazione delle origini degli ingredienti contenuti nei prodotti, oltre all’indicazione delle informazioni nutrizionali o la presenza di allergeni.
 
Una scelta importante che non trova impreparata Coop. Sui prodotti a marchio aveva già introdotto numerose novità: l’origine delle olive per la produzione dell’olio extravergine (nel 2001), l’origine del pomodoro (nel 2003) per pelati, passate e sughi, del latte microfiltrato (nel 2005), delle carni suine (nel 2009). In più Coop ha certificato la tracciabilità di numerose filiere animali e vegetali.
 
L’etichetta Coop inoltre indica presenza di “oli vegetali”, grassi trans, e la tabella nutrizionale estesa. La trasparenza prima di tutto tanto che, in etichetta, Coop ha deciso di mantenere il nome e l’indirizzo completo del produttore sebbene non sia obbligatorio.

Maggiori informazioni