Sciroppi d'estate: orzata, menta, amarena o limone

Ottimi per preparare bevande, granite e cocktail dal dolce tocco rinfrescante

COMBATTERE IL CALDO

L’estate è il momento ideale per dedicarsi a sciroppi freschi e colorati. Preparati in casa secondo tradizione o acquistati già pronti da tenere in frigorifero, gli sciroppi d’estate sanno farsi apprezzare in tantissime preparazioni per coronare pause di relax e momenti conviviali, anche analcolici. Ecco alcune idee per servire alcuni tra i più caratteristici sciroppi estivi: a cominciare dall’immancabile sciroppo al limone, per passare a quello intenso al sapore di menta, e giungere al dolce elisir a base di amarene, ma senza dimenticare di includere l’orzata dall’irresistibile gusto vintage.

Lo sciroppo di menta sa accompagnare l’estate con il suo tocco rinfrescante e aromatico. Si può degustare semplicemente diluito con acqua naturale o gassata e l’aggiunta di qualche cubetto di ghiaccio, ottenendo così una bevanda gustosa e dissetante. È ottimo per preparare granatine o ghiaccioli, ma anche budini, combinandolo con latte, farina, uova e zucchero.  Un grande classico è anche il latte e menta, ma questo sciroppo è da provare anche per aromatizzare yogurt bianco; per dare una nota speciale a un tè freddo, o rendere più accattivante una limonata. Tra gli altri abbinamenti, spicca anche quello con lo sciroppo di orzata a cui si usa aggiungere latte e ghiaccio per ottenere un gustoso cocktail analcolico. L’orzata è una bevanda aromatizzata alla mandorla dalle origini antiche. È possibile prepararla anche senza zucchero ed è un’ottima bevanda anche da gustare a colazione o per preparare budini o granite. Lo sciroppo di orzata sa rendere speciale anche il caffè, specie se shakerato insieme al ghiaccio. Inoltre, è ingrediente di cocktail esotici come il Mai Tai, che lo vede miscelato a rum bianco, rum scuro, succo di lime e orange Curacao.

Orzata o latte di mandorle? Questo è il problema

Lo sciroppo di limone è ottimo allungato con acqua e ghiaccio. Da provare anche con l’aggiunta di qualche fogliolina di basilico, oppure di mentuccia, e perché no? valorizzato da una spighetta di lavanda. Immancabile base per numerosi cocktail alcolici, lo sciroppo di limone è perfetto per preparare granite e aromatizzare un tè freddo. Buono sulla macedonia, è da sperimentare anche nell’arte dolciaria dove, di norma, si usa per inumidire il pan di spagna. Nella preparazione di dolci si distingue di certo anche lo sciroppo di amarena che risulta ottimo anche per preparare muffin o semifreddi. Oltre a ghiaccioli e granite aromatizzate, lo sciroppo di amarena sa farsi amare anche in aggiunta a preparazioni alcoliche come la sangria, o cocktail da re-inventare al gusto di amarena giocando sulle ricette classiche.



Stampa in PDF