L'antipasto delle feste è facile, veloce e attento alle tipicità

Salse e stuzzichini, oppure affettati e alici marinate: a fare la differenza sono gli ingredienti da scegliere con cura e abbinare con fantasia 

Per cominciare

L’antipasto delle feste non rinuncia alle tradizioni, ma nemmeno alla praticità. Per aprire le danze è importante un tocco di stile che, tuttavia, non deve sottrarre troppo tempo da dedicare a tutto il resto. Tra salse e stuzzichini, affettati o pesce marinato, a fare la differenza è il più delle volte la scelta degli ingredienti che devono essere pratici e di qualità. Per chi non è troppo veloce fra i fornelli, oppure è alle prese con menù lunghi e complicati, possono inoltre essere d’aiuto preparazioni già pronte da tenere in dispensa.

Un ingrediente che non può certo mancare sono le olive nere: perfette sia come stuzzichino di accompagnamento, sia come parte di preparazioni veloci a base di salmone affumicato o insalate di sedano, carote e frutti di mare. Anche le olive verdi sanno fare la loro parte, specie se inserite in un mix mediterraneo, disponibile anche sott’olio, in cui figurano carciofi, peperoni, sedano e perché no? un assaggio di mozzarella, o un altro formaggio fresco spolverato di origano. Se invece si vuole indugiare in qualcosa di ancora più sfizioso si possono scegliere le olive ripiene di mandorle, oppure altre specialità tipiche come peperoncini ripieni di tonno o acciughe seguendo la tradizione calabrese.

L’arte calabrese dei peperoncini ripieni

Per farcire tartine, crostini, o fette di pane casereccio abbrustolite si può scegliere un pesto di rucola fatto in casa con pinoli, olio extravergine di oliva e Parmigiano Reggiano. Un posto d’onore va riservato alla salsa tartufata, specie se fatta con il pregiato tartufo di Acqualagna che racconta del territorio marchigiano e di questo prezioso tubero che qui ha trovato casa grazie alla qualità del clima e l’unicità dei terreni. Chi ama una cucina corposa e tradizionale può inoltre scegliere di strizzare l’occhio alla tradizione siciliana e procurarsi un pesto di pistacchio capace di conquistare ogni palato grazie al suo proverbiarle equilibrio tra dolcezza e intensità di carattere. Questa specialità è ottima anche accanto ad antipasti a base di carne o pesce, e lo stesso vale per un più semplice ma impeccabile paté di pomodoro.

Il Pistacchio verde di Bronte Dop diventa un gustoso pesto

Restando in terra di Sicilia, un antipasto veloce e pregiato è offerto anche da un tagliere di salame siciliano al pistacchio con il suo sapore delicato da abbinare a vini rossi giovani e non troppo corposi, oppure spaziare su un Rosso Piceno superiore Doc, molto versatile e capace di esaltare anche abbinamenti di formaggi e salumi. Sugli affettati la lista di specialità offerte dalle diverse regioni è in effetti interminabile. Tutto sta poi al gusto e alla capacità di abbinarli con altri ingredienti, come la tipica e pungente salsa cren. Certo è che accanto ai salumi può avere una parte da protagonista una tipicità come la piadina, disponibile pure in versione mini, oppure con preparazione all’olio.

Vino rosso Piceno superiore Dop, corposità e profumi di un nettare color rubino

L’antipasto delle feste lascia spazio anche alle delizie del mare. Dalle immancabili sardine all’olio di oliva alle alici marinate, da preparare con cura qualche giorno prima, o acquistare già pronte realizzate magari secondo la tradizione pugliese o campana. La ricetta, che si ritrova con varianti minime lungo tute le coste d’Italia, è quella umile che apparteneva ai pescatori combinando olio extravergine di oliva, aceto, prezzemolo, aglio, origano, sale e peperoncino fresco. Ancora più semplice è poi la ricetta di un altro grande antipasto delle festività come il baccalà all’insalata. Tipico della cucina veneta, questo piatto delicato e irresistibile sa farsi amare da ogni palato. Insieme alle altre portate a base di pesce, si può abbinare con un bianco fresco di buona struttura come un profumato Passerina Igt che sappia valorizzare i sapori tradizionali, ma anche la semplicità di un antipasto pratico e gustoso. 

Vino Passerina del Frusinate Igp: un bianco fresco e avvolgente



Stampa in PDF