Come si conservano i formaggi?

Temono il troppo caldo, ma anche il freddo eccessivo. Teneteli in cantina, oppure in frigorifero ma con i giusti accorgimenti per non avere problemi

Tecniche di conservazione

Come si conservano in casa i formaggi? Per quelli a media e lunga stagionatura l’ideale sono le cantine, grazie ai loro ambienti ottimali per l’umidità, l’aerazione e la temperatura. Certo, questo vale per le quantità di formaggio consistenti. Nel caso non ci fossero spazi idonei in cantina, è meglio darsi a porzioni più “ragionevoli” da tenere in frigorifero.

Qual è la temperatura giusta per i formaggi in frigorifero? Posiziona quelli freschi nella zona alta del frigorifero (2-4 °C); i formaggi stagionati a pasta cotta ameranno invece lo spazio in basso, meno freddo (10-12 °C), mentre le altre tipologie potrai conservarle nei ripiani centrali tra i 6 e gli 8 °C.

Si può conservare il formaggio in congelatore? Meglio non farlo mai: la decongelazione altera la struttura della pasta e ne compromette le caratteristiche organolettiche. Lo stesso vale per gli sbalzi eccessivi di temperatura. Per conservarli più a lungo puoi tenerli sotto vuoto. Una volta aperti, avvolgili in carta oleata per alimenti (oppure pezze di lino sotto campane di vetro). Meglio invece evitare la pellicola trasparente poiché, nel caso contenga Pvc, c’è il rischio che a contatto con i grassi del formaggio rilasci ftalati, sostanze che rendono elastica la plastica e potenzialmente dannose per la salute.



Stampa in PDF