Bruschette d’estate: gustose, semplici o da gourmet

Rapide e sfiziose sono ottime da condire con fantasia scegliendo tra i sapori dei diversi territori 

 

IL GUSTO IN TAVOLA

Che siano semplici o gourmand, le bruschette sono un ottimo piatto da portare in tavola nella stagione calda, sia come spuntino sia come pasto veloce. Grazie a un gran numero di ingredienti, da quelli classici ai più ricercati, le bruschette sono una soluzione rapida da preparare con fantasia, magari combinando i sapori dei deversi territori. Queste fette di pane abbrustolite e condite seguendo gusti e tradizioni, sono originarie dell’Italia centrale. La loro storia si lega in particolare a regioni quali Toscana, Lazio e Abruzzo. Il nome stesso con cui sono oggi conosciute deriva dal termine laziale-abruzzese bruscato, vale a dire abbrustolito. Si tratta di un piatto rustico, nato probabilmente dalla necessità di conservare il pane e oggi protagonista di antipasti, pranzi estivi e sfiziosi aperitivi ad ogni latitudine.

Partendo dal condimento di base fatto con olio extravergine di oliva, sale, pepe (e spesso anche aglio), le bruschette si possono arricchire con ogni tipo di ingrediente. A dettare legge sono soltanto i gusti o le scelte locali, ma anche la fantasia con cui ci si può davvero sbizzarrire. A partire dalla tipica bruschetta con pomodoro fresco a dadini e foglie di basilico (oppure origano) si può passare a quelle con filetti di alici marinate, come si usa prepararle per gli antipasti in Campania. Questi piccoli filetti di pesce azzurro ben si sposano sul pane abbrustolito anche con olive e formaggi dai toni non troppo intensi. Per gli amati dei sapori freschi non può inoltre mancare la bruschetta allo squacquerone Dop, da abbinare magari alla rucola, oppure a friarielli campani per strizzare l’occhio alla celebre farcitura della piadina romagnola, così come alla sfiziosa ricetta partenopea.

Friarielli campani: un contorno dal sapore leggendario

Degne di nota sono anche le bruschette che celebrano i tanti salumi italiani. Dal tipico prosciutto di Parma Dop – magari da affiancare a scaglie di parmigiano Reggiano Dop – all’aromatica Porchetta, passando per la carne salada del Trentino da assaporare insieme a funghi o formaggi filanti. Ottimi ingredienti per bruschette sono anche la salsiccia lucanica, ma anche i pomodori secchi sott’olio, oppure i filetti di melenzane, o ancora i peperoni arrostiti. Per i palati più raffinati sono da provare anche con uova e tartufo, oppure con zucchine e burrata.

Melanzane grigliate: il sapore mediterraneo finisce sott’olio

Salsiccia lucanica: l'insaccato sfizioso della Basilicata

Per ottenere bruschette memorabili occorre poi prestare attenzione ad alcune semplici regole. La scelta del pane, ad esempio, è molto importante. Il migliore è quello casereccio, poiché la consistenza compatta della mollica consente di accogliere e assorbire al meglio gli ingredienti. Le caratteristiche del pane pugliese si prestano particolarmente alle preparazione delle bruschette. In genere è comunque meglio evitare quello troppo secco, ma anche formati e consistenze tipiche dei panini al latte o all’olio, del pane arabo, la focaccia, la rosetta o la miseria. Altro nodo fondamentale è la cottura: da prediligere sulla griglia ben calda, ma si può fare anche al forno, sulla piastra o in una padella antiaderente. Le fette di pane, tagliate spesse, andranno rosolate qualche minuto per ogni lato evitando che si secchino troppo. Ricordate infine che la bruschetta perfetta è quella cotta, condita e mangiata al momento, per godere a pieno di tutte le sue croccanti e speciali qualità.

 

 

 



Stampa in PDF