Paste di legumi: il primo piatto proteico è una nuova esperienza del gusto

Adatti a una dieta a basso consumo di carboidrati, questi formati di pasta piacciono sempre di più. Si sposano bene con i sughi di verdure 

Dieta proteica

La pasta di legumi è una nuova tendenza che stuzzica la curiosità dei palati raffinati. Il formato è quello della pasta, ma l’ingrediente principale non è la farina di grano, bensì quella di legumi. Fusilli, penne e spaghetti danno forma a una materia prima ad alto contenuto di proteine, che spazia dai ceci alle lenticchie, dai fagioli ai piselli. Legumi che donano nuovi gusti e colori al primo piatto più amato dagli italiani, ma soprattutto riducono il contenuto di carboidrati sul totale del pasto. Facciamo un confronto: le penne di lenticchie rosse contengono circa il 25% di proteine (contro il 10% della tradizionale semola) e meno del 50% di carboidrati (contro il 60%), ma anche il quadruplo delle fibre. Una bella notizia per chi non vuole rinunciare alle ricette della tradizione, con un occhio alla dieta.

I pregi delle paste con il 100% di farina di legumi sono tanti dunque, soprattutto sul versante del benessere. Molto più ricche di fibre della classica pasta di grano, offrono un effetto saziante anche in quantità ridotte (ne bastano 70 g). Sono naturalmente povere di sodio e grassi, pertanto adatte a chi segue uno stile di vita salutistico. Si inseriscono bene nella dieta dei diabetici perché limitano il picco glicemico dopo i pasti grazie alla ridotta presenza di carboidrati. Ma piacciono anche agli sportivi, interessati ad aumentare l’apporto di proteine nella loro alimentazione per sviluppare massa muscolare. Inoltre, alcune versioni vanno incontro alle esigenze dei celiaci, attenti ad evitare il grano e i suoi derivati: uno sguardo all’etichetta potrà confermare se il prodotto in commercio è effettivamente gluten free, senza aggiunta di farina di grano ed esente da contaminazioni. Per i vegani, infine, la pasta di legumi può fornire una buona dose di proteine vegetali che si inserisce facilmente nel menu. 

Gialle, rosse o verdi, le paste di legumi disegnano nuovi scenari in cucina. Dal sapore rotondo, si sposano in particolare con i sughi a base di verdure. Lasciatevi ispirare dal colore arancio degli spaghetti di lenticchie rosse per dare risonanza a un sugo a base di gamberetti e curry, oppure scegliete un semplice condimento olio e formaggio per far risaltare la delicatezza delle penne di ceci. Anche un pesto alla genovese o di salvia e noci completano in un attimo questa pietanza piena di qualità. Non è solo una questione di forma ma anche di sostanza: le paste di legumi mantengono il gusto della materia prima: originale, profondo, genuino. Proprio come i legumi di una volta.



Stampa in PDF